Abituare gli animali ai post lockdown

Abituare gli animali ai post lockdown

Con il ritorno alle attività lavorative, i continui lockdown, una nuova fonte di disorientamento e dunque disagio e stress è in arrivo per gli animali di casa. Meglio, quindi, giocare d’anticipo e iniziare da subito a preparare tutti i membri della famiglia alla ripartenza.

I continui lockdown rischiano di creare stress e ansia negli animali quindi è molto importante creare un passaggio graduale mettendo in atto alcuni importanti accorgimenti.

Evitare lo stress da riapertura: ecco i consigli da seguire per aiutare gli animali dopo i lockdown.

  • Mantenere o creare nuove abitudini che poi potranno rimanere anche dopo la ripresa del lavoro. Si parla di piccole cose, a cui però i cani fanno molta attenzione, come il fatto di prepararsi, vestirsi e scandire almeno alcuni orari con sequenze “rituali” dà un segnale di routine e normalità. E’ consigliabile creare delle situazioni di gioco o attività divertenti o anche momenti di coccole in un orario specifico e con delle modalità che potranno poi essere mantenute anche dopo il rientro al lavoro.
  • Allenare al distacco: Creare situazioni di saluto e allontanamento dal cane: per esempio, prendere la giacca, le chiavi e salutarlo prima di uscire di casa anche solo per portare fuori la spazzatura e fare una gratina per il quartiere.
  • Adeguare le passeggiate. Iniziare al più presto a portare il numero, durata e orari di passeggiata gradualmente sempre più vicini a quanto accadrà poi una volta rientrati al lavoro in modo che si stabilisca una routine;
  • Riabituarli a stare da soli. Creare, o ricreare, un ambiente in casa dove il cane possa sempre trovare silenzio, tranquillità e dormire o riposare indisturbato.
  • Compra dei tiragraffi. Dei tiragraffi su cui i gatti possano stare in alto e sfogarsi può aiutarli a passare il tempo da soli.
  • Se le marcature persistono contattare un veterinario. Se nonostante i primi giorni di disorientamento il gatto continua ad urinare fuori dalla lettiera o il cane continua a urinare e defecare in casa, contattate il vostro veterinario di riferimento.
  • Usare le gattaiole. Se il gatto è abituato a uscire e può farlo in sicurezza, una gattaiola dove il gatto possa uscire in giardino è una buona soluzione. Anche i cani amano il giardino, mi raccomando però evitate che si agitino troppo o facciano troppo la guardia stando da soli in giardino.
  • Utilizzare i fiori di Bach o i fiori Australiani. La floriterapia è un utile rimedio per abituare i cani al cambiamento, lavorare sull’ansia da separazione, agitazione e anche per l’inserimento di un nuovo animale in famiglia.
  • Utilizzare la fitoterapia e altri rimedi naturali. Ci sono tanti rimedi naturali che possono aiutare gli animali a ritrovare la tranquillità in mezzo a questa situazione che agita anche noi.
  • Utilizzare i feromoni come quelli di Adaptil e Feliway. I feromoni sono messaggi naturali di rassicurazione che cani e gatti rilasciano in natura e sono disponibili sia sotto forma di diffusore per ambiente che di collare per cani. In questo momento di indubbio stress collettivo sono un enorme aiuto per i pet poiché li aiutano a raggiungere uno stato di benessere ed appagamento. L’ideale è iniziare a diffonderli nell’ambiente durante la fase di isolamento e mantenerli durante tutta la prossima fase di graduale ritorno alle attività lavorative ed alla normalità.

Per chi ha un gatto sono ancora più validi i suggerimenti precedenti: è importante rispettare gli spazi che aveva precedentemente a disposizione (ad esempio una camera, una divano ecc) ed eventualmente crearne di nuovi aggiungendo cucce o scatole, ed invitare al gioco in modo creativo ma senza eccedere nell’eccitabilità. Anche per il gatto l’improvvisa lunga assenza della famiglia umana potrebbe essere uno stress: se da un lato si riappropria volentieri dei propri spazi, potrebbe risentire dell’improvviso vuoto a casa.

Gli animali sono abitudinari e i lockdown li disorientano

Molti proprietari di animali che sono passati da un giorno all’altro a lavorare da casa conoscono bene la situazione: l’animale ti guarda con fare stupito. Alcuni hanno persino l’impressione che il loro animale adorato si senta disturbato dalla presenza costante di tutti quegli umani in casa. Non c’è da sorprendersi, a ben guardare, perché nessuno ama le abitudini quanto gli animali. Amano i rituali quotidiani perché danno loro sicurezza, e fanno parte di questa “comfort zone” anche le ore trascorse senza persone.

Questo però significa anche che, dopo essersi abituati a vedere l’intera famiglia sempre in casa tutto il giorno, non vorranno più farne a meno.

Segnali che rivelano disagio per la fine dei lockdown

  • Il gatto miagola davanti alla porta quando te ne vai
  • Il cane abbaia quando vai via tutto il tempo
  • Il gatto graffia i tappeti, le porte, divani o tende
  • Il cane defeca o urina in casa
  • Il gatto non è pulito come al solito: si tratta di un segnale da sottoporre sempre all’attenzione del medico veterinario prima di tutto
  • Gli animali si mostrano aggressivi quando ti avvicini alla porta di casa
  • Non dormano la notte mentre riposi
  • Sembrano instabili, miagolano o abbiano spesso
Cosa puoi fare se il tuo animale soffre di ansia da separazione o di noia, dopo la fine dei vari lockdown?

Che si tratti di una quarantena da Covid-19 o della frattura ad una gamba a seguito della quale trascorri in casa tutte le tue giornate, sono situazioni in cui hai più tempo da trascorrere con il tuo animale. Tuttavia, dovresti pianificare delle pause nelle quali tu e il tuo animale fate cose separate. Leggere un libro, guardare un film mentre l’animale dorme o si intrattiene da solo.

lockdown
Il tuo animale ha abbastanza compagnia dopo il lockdown?

Nessuno che viva con due animali crede davvero che si tratti di animali solitari. La maggior parte degli animali di casa gode di una maggiore qualità di vita se ha la possibilità di condividere l’esistenza con un suo conspecifico.

Se due animale bene integrati vivono insieme, puoi restare fuori casa più a lungo e, magari con l’aiuto di un buon cat sitter/dog sitter, puoi perfino goderti una vacanza senza sentirti in colpa.

Il tuo animale che vive da solo è annoiato, ora che sei tornato alla vita quotidiana post quarantena o lockdown?

Allora la compagnia di un altro cospecifico potrebbe essere la soluzione giusta.
Se un animale non è mai stato accompagnato in un percorso di socializzazione e ha vissuto da solo per anni, farlo abituare all’arrivo di un altro animale potrebbe essere complesso. Più giovane e di buon carattere è l’animale, più facile sarà che tragga vantaggio dalla presenza di un nuovo compagno a quattro zampe.
Puoi chiedere consiglio ad un comportamentalista, ad un educatore o a un esperto di relazione felina, i quali sapranno dirti se un animale è adatto a convivere con il tuo. Fondamentalmente, il nuovo arrivato dovrebbe avere un’età e un temperamento che può essere ben congeniale a quello dell’animale che già hai a casa.

Evitare l’ansia da separazione dopo il lockdown

In questo caso, dovresti prestare particolare attenzione e impostare a una transizione graduale dall’autoisolamento alla normalità, soprattutto se hai deciso di adottare un nuovo animale per fare compagnia al tuo o se durante un lockdown hai adottato un nuovo animale.
Se il tuo nuovo animale non si fosse ancora mai trovato solo in casa, perché fino ad oggi c’è sempre stato un membro della famiglia a casa con lui, il cambiamento potrebbe rivelarsi non semplice.
Anche in questo caso, ovviamente, valo lo stesso concetto già espresso: se possibile, è meglio far convivere due animali.
In questo caso si può non avere quasi remore ad andarsene, sapendo di poter contare sul fatto che i due animali si facciano compagnia a vicenda.

Se sei incuriosito dai rimedi naturali per gli animali e vuoi saperne di più consulta subito la mia pagina di  benessere animale iscriviti subito alla mia newsletter per ricevere ogni mese tanti contenuti aggiornati per aiutare il tuo animale a stare meglio!

Hai già dato un occhio ai corsi on demand?

Qui trovi i link:

Lascia un commento