inulina

Inulina della Cicoria per l’intestino

Elisa Pasquini Ben-essere umano, Il mio blog Leave a Comment


L’inulina della Cicoria, ricavata dalla radice, aiuta il nostro intestino a ritrovare equilibrio

Inulina. Ne hai mai sentito parlare? Senza saperlo ne mangiamo alcuni grammi ogni giorno. Essa è la riserva energetica di 36 mila tipi differenti di piante. Si tratta di una potente fibra dalla struttura lunga e filamentosa presente in molti vegetali. Il nostro corpo non la assimila con la digestione ma ne trae un ottimo giovamento per l’intestino. Te la presento in dettaglio qui di seguito.

Dove si trova l’inulina?

In natura l’inulina si trova in alcuni tipi di frutta e verdura, come carote, carciofi, cicoria, agave, barbabietola, aglio e banane. La grande quantità di inulina presente all’interno della cicoria la rende la pianta ideale per l’estrazione di questa sostanza. Nella tradizione popolare la cicoria è stata spesso utilizzata a beneficio dell’organo epatico e più precisamente con azione coleretica, ovvero per stimolare la produzione di bile e la sua secrezione. Agisce anche a livello dello stomaco, stimolando la secrezione cloridrica e per questa caratteristica veniva utilizzata per stimolare la funzione digestiva. Rimane un epatoprotettore d’eccellenza e svolge le sue funzioni principali a carico dell’apparato digerente. Una volta assunta con gli alimenti l’inulina giunge nel colon dove, grazie alla presenza della flora batterica, viene suddivisa in molecole di fruttosio e di acidi grassi a catena corta. Questo processo estrae sostanze energetiche che hanno effetti nutritivi per la  mucosa intestinale.

L’inulina regolarizza diverse funzioni dell’intestino

L’inulina accelera lo svuotamento del cibo nello stomaco e la velocità di transito degli alimenti lungo l’intestino. In pratica tutto questo si traduce in un minore assorbimento di calorie. Essa è un vero toccasana per le persone in sovrappeso o per chi soffre di colesterolo alto. Inoltre l’inulina causa una diminuzione del pH intestinale, cioè del suo grado di acidità e aumenta il volume delle feci facilitandone il transito: ecco spiegata la sua utilità in caso di stipsi, gonfiore addominale e meteorismo. Tuttavia l’attività più importante svolta dall’inulina riguarda la regolarizzazione della crescita della flora batterica, soprattutto dei lattobacilli, due gruppi particolari di microrganismi utili per il nostro benessere intestinale. Essa inibisce la proliferazione di alcuni batteri come clostridi e salmonelle proteggendoci dalle malattie ad essi correlate.

Un tampone contro gli effetti degli antibiotici

L’utilizzo di antibiotici stressa la flora batterica intestinale e questo può tradursi in un decorso negativo delle infezioni in cura. Anche in questo caso giunge in soccorso l’inulina, perché impedisce la proliferazione di germi e ripristina l’equilibrio intestinale. Essa contrasta altri disturbi come l’osteoporosi e aiuta l’assorbimento del calcio nell’intestino. Come anticipato può avere effetti benefici sul metabolismo ritardando l’assorbimento degli zuccheri aiutando il metabolismo a risvegliarsi e riducendo i livelli di grassi nel sangue come trigliceridi e colesterolo.

Perché la salute dell’intestino è importante

Vediamo l’intestino come un secondo cervello. Se qualcosa non funziona, infatti, ci sentiamo irascibili e a disagio. La polvere di inulina di cicoria è proprio quello che serve al tuo intestino per far funzionare bene tutto il corpo. Puoi utilizzarla assumendone uno o due cucchiaini al giorno. Scopri qui se il tuo intestino soffre per questioni legate ai disturbi stagionali e chiedimi qual è la migliore soluzione per te!


 

Prenota ora la tua consulenza gratuita!

Avremo modo di conoscerci meglio e scoprire insieme come ritrovare il ben-essere che c'è in te!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *