Meteoropatia: cambia il tempo e ho mal di testa

Vento e Mal di testa

Vento e cambiamenti stagionali acuiscono i malesseri e la meteoropatia

Ti è mai capitato di avere dolore alla cervicale e ad altre parti del corpo quando cambia il tempo? Hai notato che con il vento forte l’umore non è proprio dei migliori perché senti i tuoi nervi a fior di pelle? Se hai risposto sì ad almeno una di queste domande significa che soffri di meteoropatia, un disturbo che colpisce indistintamente almeno un quarto della popolazione mondiale di tutte le età.

Meteoropatia e mal di testa: tutta colpa del tempo

La meteoropatia è un insieme di disturbi fisici e psichici che si manifestano prevalentemente in autunno o al cambio di stagione, soprattutto quando il clima passa da secco a umido.  A peggiorare la salute di chi soffre di meteoropatia contribuiscono spesso il vento, il freddo intenso la pioggia. Le persone che sono più soggette a soffrire dei cambi di stagione sono coloro che hanno già problemi specifici che, appunto, si aggravano. Sono interessati anche coloro che hanno subìto traumi muscolari o fratture ossee, così come chi soffre di depressione e ansia cronica. Infine, anche chi è particolarmente stressato, abusa di farmaci e alcol, tende a risentire di questi sbalzi di temperatura. La meteoropatia non è tutta uguale ma, in base ai sintomi, si divide in 3 diversi tipi:

📌primaria: che è caratterizzata da mal di testa, insonnia, difficoltà di concentrazione, stanchezza e di respirazione;

📌secondaria: riguarda più che altro manifestazioni di tipo fisico. Le persone che sono affette da malattie quali: artrosi, asma, reumatismi, allergie, emicrania, coliche e ulcera gastrica, vedono aumentare i propri sintomi quando cambia il tempo;

📌da scirocco: è il terzo tipo di meteoropatia, causato dall’aumento dell’energia elettrostatica provocata dai venti forti. In questi periodi i meteoropatici sono più inclini a essere particolarmente irritabili, così come a soffrire di stanchezza, depressione, ansia e aggressività.

Sebbene non ci siano studi ufficiali in merito, le sperimentazioni vedono un legame tra il clima e le variazioni della produzione ormonale. Con il cambio di temperatura l’ACTH l’ormone dello stress viene prodotto in maniera più abbondante stimolando le produzioni di cortisolo. Le endorfine, al contrario, che sono gli ormoni della felicità che fungono come analgesico naturale, vedono un drastico calo di produzione. Come conseguenza, i meteoropatici tendono a essere più nervosi e irritabili, manifestando più insofferenza verso il dolore.

Anemopatie: le malattie da vento

Il terzo tipo di meteoropatia è quello definito anche “da scirocco” o anemopatia. Questa si verifica più facilmente in primavera e in autunno, con l’arrivo dei venti caldi meridionali, come Scirocco, Libeccio e Föhn. La caratteristica di questi venti è quella di avere una concertazione eccessiva di ioni positivi mentre la pressione atmosferica rimane bassa. L’elettricità dell’aria cambia la propria composizione e ciò ha conseguenze sulla salute, poiché gli ioni positivi hanno un’influenza negativa sui nostri apparati endocrino, respiratorio e cardiocircolatorio. In questi periodi è più facile soffrire di irritabilità, mal di testa, vertigini, ritenzione idrica, ansia, stanchezza e variazione della pressione arteriosa. Secondo recenti studi, inoltre, i venti caldi possono essere addirittura fatali poiché possono scatenare irritabilità e aggressività tali da diventare incontrollate. Si registra, infatti, un aumento di infarti e ictus ma anche di suicidi e omicidi.

La meteoropatia e la Medicina Tradizionale Cinese

I cinesi conoscevano le meteoropatie fin dai tempi antichi e avevano individuato sei patogeni climatici: vento, freddo, calore canicolare, umidità, fuoco e secchezza. Nei periodi in cui si manifestano in eccesso o quando i passaggi da una stagione all’altra sono repentini, queste energie diventano patogene e sono classificate come energie perverse. Queste possono agire sulla persona alterandone le condizioni di normalità e generando uno squilibrio che può portare a patologie e disturbi. Anche gli organi risentono della meteoropatia: alla coppia Cuore-Intestino Tenue corrisponde il calore, a Milza-Pancreas-Stomaco corrisponde l’umidità, a Polmoni- Intestino Crasso la secchezza, a Reni-Vescica il freddo e a Fegato-Cistifellea il vento. In base al tipo di clima occorre dunque trattare con riguardo le zone più sensibili.

Per la Medicina Cinese la meteoropatia si manifesta con lo squilibrio di due meridiani

Lo Shao Yang, che controlla le articolazioni e lo Yang Wei Mai, uno degli otto meridiani curiosi e straordinari. In caso di squilibrio dello Shao Yang si verificano dolori osteo-muscolari diffusi in tutto il corpo che migliorano con il movimento. Lo Yang Wei Mai controlla tutti gli spazi yang del corpo ed è in grado di percepire tutto ciò che lo minaccia. È questo meridiano a determinare i dolori che anticipano il cambiamento del tempo; quando è sollecitato si risvegliano acciacchi muscolari, articolari e anche le cefalee.

I rimedi naturali contro le malattie del tempo

Per contrastare questi disturbi è bene controllare l’alimentazione. In questi periodi sono da preferire cibi ricchi di vitamine soprattutto del gruppo C ed E. Quindi via libera alle verdure purché cotte, ai cereali integrali, alle uova e alla frutta a guscio. Evita cibi troppo grassi che appesantiscono il fegato, così come i cibi troppo umidi (formaggi, latticini, verdure crude, dolci, alcolici) che danneggiano la milza. I cibi amari aiutano ad asciugare l’umidità (carciofi, cicoria e asparagi). Nei casi di meteoropatia più severa si può fare un drenaggio – una depurazione – per il fegato per renderlo più funzionale e meno sensibile ai cambi climatici. Prova il Cardo mariano o il Carciofo in macerato glicerinato oppure il Ribes nigrum. Nei casi di stanchezza è consigliato l’eleuterococco, che ha azione stimolante. Il magnesio aiuta a rilassare corpo e mente. Per i fastidi del vento, prova ad accendere in casa una lampada di sale che riequilibra l’atmosfera assorbendo il ioni positivi che sono dannosi per il corpo.

Se ti ritrovi in questi disturbi e vuoi parlarne senza impegno con me, lasciami un commento con la tua esperienza oppure contattami cliccando qui sotto! 🙂  ⤵


 

Prenota ora la tua consulenza gratuita!

Avremo modo di conoscerci meglio e scoprire insieme come ritrovare il ben-essere che c'è in te!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *