Ritrovare la calma con Cherry Plum

Ritrovare la calma con Cherry Plum

Nei momenti difficili, in cui ci si sente sull’orlo di una crisi, i fiori di Bach ci vengono in aiuto e tra questi rimedi c’è anche il Cherry Plum. Questo fiore delicato, bianco latte, che fiorisce all’inizio della primavera è indicato per chi teme di perdere la testa, l’autocontrollo o la ragione.

A cosa serve il Cherry Plum?

Ti è mai capitato di essere sul punto di scoppiare, di stare per impazzire o di essere sull’orlo di una crisi di nervi? Oppure di stare per perdere il controllo e di aver paura di compiere atti terribili? O ancora, potresti es-sere in un caos emotivo per via di un’importante decisione da prendere che fa affiorare alla mente emozioni contrastanti.

Se ti è capitato hai sperimenta-to lo stato Cherry Plum. Questo fiore delicato, bianco latte, che fiorisce all’inizio della primavera (quando ancora l’albero è spoglio) si raccoglie dalla visciola o ciliegio selvatico, ed è indicato per chi teme di perdere la testa, l’autocontrollo o la ragione.

Cosa fa una persona nello stato Cherry Plum?

La persona che sperimenta lo stato Cherry Plum negativo si sente in balia di forze distruttive e incontrollabili, per cui ha paura di poter fare qualcosa di sconsiderato (lancia per esempio oggetti o distrugge ciò che ha a portata di mano), o di cui si potrebbe pentire per il resto della sua vita.

Le frasi tipiche di Cherry Plum

«Ho paura di impazzire»

«Ho paura di perdere il controllo»

«Non riesco a stare seduto, sono troppo agitato»

«Faccio sempre incubi»

«Temo un esaurimento nervoso»

«Divento matta, divento matta!»

In questo stato Cherry Plum, la persona può essere un pericolo per gli altri (per esempio quando prova l’impulso di fare male a qualcuno) oppure per se stessa per cui si hanno comportamenti auto-distruttivi (mangia con avidità fino a stare male o si alternano fasi di bulimia e anoressia, oppure si mangia le unghie fino a farle sanguinare, o ancora si gratta fino a scorticarsi).

Al contrario di Agrimony, che nasconde le proprie emozioni dietro a una maschera di buonumore perché vuole evitare di infastidire il prossimo, Cherry Plum non mostra i propri sentimenti perché ha paura di non riuscire a controllarli.

Cherry plum

Quando si manifesta lo stato Cherry Plum?

A differenza di tanti altri fiori di personalità, Cherry Plum è uno stato che si può manifestare in chiunque in determinate situazioni della vita, o in particolari momenti stressanti. Nella vita di tutti i giorni è lo stato acuto che può sperimentare la neomamma quando il suo bambino piange giorno e notte, e lei, stanca, esausta ed esasperata, teme di poter fare del male al bambino stesso; così come il bambino che piange, strepita, urla e si butta per terra senza un reale motivo, per poi calmarsi subito dopo e fare finta di niente; oppure l’adolescente che è soggetto a sbalzi di ira incontrollata.

Il Cherry plum nei film

Un buon esempio di una perso- na nello stato Cherry Plum negativo è Miranda Biondi, la madre di Titta, nel felliniano film Amarcord che durante il pranzo della domenica, esasperata dall’ennesima bravata dei figli, teme di diventare matta a causa loro. In preda alla rabbia esplode, lasciando tutti basiti, e minaccia i componenti della famiglia di ucciderli, una volta o l’altra, con la stricnina nella minestra, ma poi ci ripensa e rivolge gli stessi propositi di morte verso se stessa. Si tratta di quelle persone che per calmarsi immaginano un finale violento come unica via d’uscita possibile, che non sempre, per fortuna, mettono in atto.

Lo stato di calma apparente dietro al Cherry plum

Alla base di questo comportamento c’è la paura di lasciarsi andare interiormente. Non è un caso che Bach abbia inserito Cherry Plum fra i fiori che fanno parte della categoria dei rimedi per la paura.

Bach (che lo ha utilizzato insieme ad altri 4 fiori per comporre il rimedio di emergenza o Rescue Remedy)  lo descrive come il fiore per chi «ha la mente sovraffaticata e teme di perdere la ragione e di fare delle cose spaventose e terribili che non desidera compiere sapendo che sono sbagliate; nonostante ciò, tuttavia, il pensiero ritorna su di esse e si prova l’impulso di farle».

La persona tende a un autocontrollo eccessivo: sembra calma e controllata, salvo poi esplodere, spesso per un nonnulla, in scoppi d’ira e di collera; sotto pressione è una bomba a orologeria.

Tende a non parlare delle sue paure, proprio perché teme di esserne sopraffatta. Questo eccessivo controllo si può manifestare con rigidità fisica, tic nervosi, incubi, enuresi notturna nei bambini, insonnia, ma anche forme esasperate di controllo, forte aggressività verso gli altri e se stessi.

Dietro a questa paura c’è la repressione delle proprie emozioni, forse perché vengono percepite come non apprezzate dagli altri e quindi da tenere nascoste.

Nello stato positivo, invece, Cherry Plum permette alla persona di vivere le proprie emozioni in modo più disteso, di accoglierle e di esprimerle in modo equilibrato. Si diventa anche più coraggiosi e spontanei.

Anche gli animali possono sperimentare uno stato Cherry Plum?

Se hai un animale domestico in casa, potresti notare che il tuo cane o il gatto ha un comportamento se mostra un atteggiamento di aggressività inaspettata.

Come si utilizza il Cherry Plum?

Il rimedio si può utilizzare da solo (in questo caso bastano 2 gocce 4 volte al giorno) oppure in una miscela con altri fiori. Si versano 2 gocce di ogni rimedio puro in una boccetta da 30 ml contenente 2/3 di acqua e1/3 di brandy o aceto di mele e si assumono 4 gocce 4 volte algiorno.

Ecco qualche miscela utile per risolvere alcuni disturbi:

  • incubi notturni: Cherry Plum, Aspen e Star of Bethlehem;
  • bambiniconenuresinotturna:Cherry Plum, Star of Bethlehem e Agrimony
  • mal d’auto, mal di mare: Cherry Plum, Walnut e Scleranthus
  • smettere di fumare: Cherry Plum, Agrimony, Larch, Centaury, Walnut e Gentian.

Per un risultato ancora più ottimale sarebbe opportuno fare un colloquio con un floriterapeuta in modo da personalizzare le formule.

Dove ti sei formata come consulente per i fiori di Bach?

La mia formazione viene dal Bach Centre, anche se il percorso l’ho fatto in Italia.

Il Bach Centre sorge nel paesino di Sotwell Cum Brightwell, a un’ora e mezza di treno da Londra. Adagiato in mezzo alla campagna inglese, adibita per la maggior parte a pascolo e foraggio, permette di fare un salto nel passato: provenen- do da Londra, il caos e la frenesia della metropoli londinese lasciano il posto all’indolenza e alla tranquillità della cam- pagna.

Il Centro sorge nella casetta che Bach aveva affittato gli ultimi due anni della sua vita per perfezionare il suo metodo: la casetta a due piani di mattoni rossi. Tutto intorno alla casa c’è il giardino: qui crescono i trentotto tipi di fiori e piante che

Bach ha utilizzato per ricavare i rimedi e sono curati da un giardiniere che li lascia volutamente in uno stato selvaggio, perché secondo Bach i fiori per i rimedi non dovevano essere coltivati.

Oggi questo Centro, questa sobria casetta, è conosciuto in tutto il mondo, ritenuto un faro per quanti utilizzano la floriterapia. Si racconta che da qui Bach, grazie alle sue scoperte, abbia acceso una luce, che non si è mai spenta e che continua a brillare e a diffondersi in tutto il mondo grazie a coloro che usano i rimedi floreali.

Se sei incuriosito dalla Floriterapia e vuoi saperne di più consulta subito la mia pagina di benessere umano e  benessere animale e iscriviti subito alla mia newsletter per ricevere ogni mese tanti contenuti aggiornati per stare meglio!

Da poco è nato un corso on demand sui Fiori di Bach per le persone e gli animali da fare comodamente da casa come e quando vuoi, e ci sono anche corsi online e in presenza che faccio ciclicamente per approfondire i fiori. Quindi visita subito la sezione corsi del mio sito per avere maggiori informazioni sui vari corsi che possiamo fare insieme.

Hai già dato un occhio ai corsi on demand?

Qui trovi i link:

Lascia un commento