You are currently viewing Come aiutare Micio e Fido ad affrontare l’arrivo della stagione invernale

Come aiutare Micio e Fido ad affrontare l’arrivo della stagione invernale

L’inverno si avvicina e nonostante il cambiamento climatico ci abbia reso una nazione in cui il freddo si sente davvero poco, ci sono ancora dei rari momenti in cui il freddo ci attanaglia. Sebbene micio e fido sopportino meglio il freddo di noi vediamo in questo articolo come possiamo aiutarli a sopportare meglio la stagione invernale.

Come affrontare un cambiamento durante la stagione invernale

Per prima cosa dobbiamo pensare all’alimentazione, perché se d’estate dobbiamo alleggerirla per il poco movimento e per il caldo, d’inverno dove possiamo fare anche lunghe passeggiate e a temperature più miti dobbiamo aiutarli aumentando la loro alimentazione con grassi, proteine di alta qualità in modo che possano scaldarsi e non bruciare troppe calorie e quindi perdere tono muscolare e peso.

Dobbiamo anche pensare a migliorare il loro giaciglio per il riposo. Se avete un giardino prevedete che micio e fido possano trovare una cuccia riparata con coperte, vecchi maglioni po ritagli di tappeti per isolarli dal freddo e dall’umido che viene dal terreno.

Durante l’inverno sarebbe meglio che micio e fido possano entrare in casa per ripararsi dal freddo e mangiare e bere del cibo a temperatura ambiente.

Se non avete un giardino prevedete qualche giaciglio per micio appeso ai termosifoni, loro amano dormire al caldo in situazioni sopraelevate. Mentre fido dormirà sicuramente volentieri per terra vicino al termosifone su un tappeto, materassino e cuccia.

Come affrontare il cambio di muta nella stagione invernale

Non so i vostri ma i miei con questo clima ballerino sono in muta perenne! Il mio consiglio in caso di muta è quello, se vi riesce, di spazzolarli con regolarità per stimolare il rinnovo del sottopelo ed evitarvi i cumuli di laniccio in casa. Io a questa pratica ho rinunciato perché i miei col cavolo che si fanno spazzolare.

Se uscite con la pioggia, freddo o neve, mi raccomando asciugateli bene soprattutto le zampe, anche qui ardua impresa, perché soprattutto i non giovani potrebbero soffrire di dolori in caso rimangano umidi. Importante anche asciugare le orecchie per evitare che l’umido che rimane nel canale uditivo generi delle otiti.

Inoltre evitate i bagni troppo frequenti per evitare che gli oli protettivi della cute vengano via e loro si ritrovino soggetti a dermatiti, secchezza e desquamazioni.

Come affrontare le uscite di fido nella stagione invernale

I cani anziani o a pelo raso potrebbero avere bisogno di un cappottino se particolarmente freddolosi. Di cappottini ne esistono di ogni tipo, dovete scegliere quello più adatto a fido e che riesce a tollerare al meglio. Naturalmente non deve sentirsi ai tropici con il cappottino addosso, perché ricordate che micio e fido sopportano peggio il caldo del freddo.

Esistono anche delle scarpette da mettergli in caso di neve per proteggerli dal ghiaccio o delle creme protettive da dare sui polpastrelli per evitare che si screpolino.

stagione invernale
Se abbiamo pappagallino, bunny o altri animali come facciamo a sostenerli nella stagione invernale?
  • Controllare per i pesci e i rettili la temperatura di terrari e l’acquari, in modo da garantire loro sempre un habitat confortevole.
  • Anche le tartarughe di acqua dolce dovranno sempre avere la possibilità di vivere in acqua non ghiacciata.
  • Trasferire pappagallino e gli uccelli tropicali con la loro voliera in casa,
  • Bunny criceti e altri piccoli mammiferi invece si adattano bene in generale alle basse temperature quindi per loro servono meno accorgimenti.
Come sostenere fisicamente micio e fido nella stagione invernale

Per evitare i piccoli malanni, problemi gastroenterici, ansia, stress, tossi e tracheiti dobbiamo sostenere le difese immunitarie di micio e fido.

Per prima cosa dobbiamo occuparci del microbiota: quindi una buona integrazione di fermenti aiuta a ripopolare la flora intestinale ed aiutare micio e fido a stare bene. Per questa stagione se non ci sono grossi problemi potete integrare con Alga Klamath o con del Colostro Noni.

Puoi prevedere anche di inserire dei Sali di Schussler, ma in questo caso andrebbe valutato il singolo soggetto per capire quali sono i Sali più adatti a lui , quindi se sei interessata a questa integrazione contattami.

Invece tra le piante ti consiglio degli adattogeni che possono aiutare il tuo animale a contrastare lo stress e l’ansia e anche ad alzare le difese immunitarie, tra queste:

  • eleuterococco ( o ginseng siberiano): aiuta a sostenere le difese immunitarie e anche il sistema cognitivo di micio e fido.
  • astragalo: è un tonico, aumenta le cellule staminali nel midollo osseo e aumenta i livelli di interferone (antivirale potente). Da non usare in gravidanza di micia e fida.
  • uncaria tormentosa: anche questa è un tonico e aiuta soprattutto i bronchi e nel caso di dolore articolare. Anche questa è da evitare in caso di gravidanza.

Per micio e fido puoi usare anche l’integrazione di vitamine e oligoelementi, fondamentali in questo periodo sono:

Naturalmente puoi ruotare l’integrazione facendo dei gruppi per volta per 2 mesi e poi cambiare gruppi, così da sostenere al meglio micio e fido e non spendere troppo tutto insieme.

Sul versante omeopatico abbiamo due rimedi che ti possono venire incontro per aiutare micio e fido nella stagione invernale:

  • Echinacea 30 CH: 3 granuli 1 volta alla settimana per 5 mesi.
  • Astragalus 5CH: l’astragalo in versione omeopatica per aiutare micio e fido se sono debilitati o particolarmente cagionevoli.

Naturalmente se micio e fido sono più abbattuti del solito o hanno la temperatura alta o bassa e starnutiscono o tossiscono è bene recarsi dal veterinario di fiducia.

Comee aiutare gli animali selvatici o bisognosi a superare la stagione invernale

Se avete coperte, teli, asciugamani, vecchi maglioni, cibo che i vostri amici non mangiano ricordatevi sempre che i canili e gattini della zona li raccolgono e possono aiutare i meno fortunati. Se siete di Firenze contattami e io raccoglierò le vostre cose per il Rifugio del cane di Pistoia.

Se avete un giardino o un balcone potete lasciare qualche leccornia per gli uccellini e qualche ciotola di acqua pulita perché loro possano bere o fare il bagno: naturalmente dove micio non può arrivare! Potete pensare anche a delle piccole mangiatoie dove gli uccellini possano trovare un riparo sicuro per mangiare e andrebbe rifornita per tutta la primavera.

Se vicino a dove vivete sapete che transitano mici selvatici state attenti al vano motore quando accendete la macchina, perché spesso questi furboni cercano riparo li per riscaldarsi. Se avete la possibilità per loro pensate a dei giacigli caldi con coperte o vecchie maglioni dove possano riposare in sicurezza e al caldo evitando così che si nascondano nel motore.

Se vuoi sostenere al meglio il tuo amico animale per l’inverno scopri cosa possiamo fare insieme e iscriviti subito alla mia newsletter per ricevere ogni mese tanti contenuti aggiornati per aiutare il tuo animale a stare meglio!

Lascia un commento