You are currently viewing Fiori per lo stress

Fiori per lo stress

Lo stress della vita quotidiana, mette spesso a dura prova le nostre energie, tanto se ci svegliamo già stanchi al mattino. I nostri doveri, gli impegni, le responsabilità, le aspettative possono portarci all’esaurimento psicofisico emotivo. In questa situazione la floriterapia può esserci di supporto.

Cosa ci porta all’esaurimento psicofisico e allo stress?

stress

Si può essere esauriti e stressati per tanti motivi:

  •  stanchezza fisica dovuta alla fatica manuale;
  • stanchezza mentale dovuta alle preoccupazioni, impegni o attenzioni necessarie.
  • ritmi della vita insostenibili
  • perenne lotta contro il tempo per portare a termine le proprie attività,

Lo stress da origine a quattro stati d’animo ben precisi.

  • agitazione ed ansia;
  • paura;
  • rabbia;
  • depressione e mancanza di reattività

Il primo passo per combattere lo stress è riconoscere di quale tipo si tratta. Infatti, in base alle emozioni che proviamo, le cure cambiano e solo individuando i sentimenti all’origine dello stress si riesce a ripristinare lo stato di equilibrio della persona.

Agendo sui sintomi fisici dello stress, si risolve solo temporaneamente la situazione, che da li a poco si riaggraverà. Infatti le emozioni associate a stress non agiscono solo a livello psicologico, ma spesso si trasformano in problemi fisici.

Ade esempio:

  • l’agitazione può bloccare la respirazione, causando il “fiato corto” e la mancanza d’aria
  • l’agitazione può causare anche un aumento della pressione arteriosa e della frequenza cardiaca
  • la paura può causare tensioni muscolari a spalle e collo.
  • la rabbia fa digrignare i denti, fino a causare indolenzimento di mandibola e collo e cefalea.
  • la rabbia causa anche tensione dei muscoli dell’avambraccio o l’infiammazione dei tendini del gomito.

Cosa sono i fiori di Bach?

I Fiori di Bach  – dal nome del medico inglese Edward Bach (1886-1936), che li descrisse –  sono 38 rimedi vibrazionali che costituiscono un valido aiuto per riequilibrare la sfera emotiva, risolvendo di conseguenza eventuali disturbi di origine psicosomatica. Il dottor E. Bach scoprì che i fiori erano portatori di informazioni in grado di riportare all’armonia le nostre frequenze negative.

Intuitivamente, Edward Bach utilizzò la luce solare o l’ebollizione come catalizzatore, per far sì che l’energia del fiore passasse ad un liquido che il paziente doveva assumere. Questa intuizione è stata confermata dalle recenti scoperte sulla memoria dell’acqua.

La Floriterapia di Bach può essere utile per combattere lo stress.

Quali fiori di Bach ci possono aiutare per lo stress?

Lo stress è una malattia sociale: ne soffrono 8 persone su 10, soprattutto donne.

  • Olive: è il fiore per la stanchezza e spossatezza profonda sia fisica che mentale. Si arriva a questo stato dopo aver sprecato tanta energia per un lungo periodo. Questo rimedio aiuta a recuperare le energie.
  • Hornbeam: è il fiore del lunedì mattina, quando ci si alza già stanchi e ci si riprende solo dopo aver iniziato ad ingranare. Questo fiore ti fa partire con il piede giusto.
  • Oak: è il fiore che chi si fa carico di tutto nonostante sia stanco, tanto che questo stato lo porta all’esaurimento fisico emotivo. Spesso legato a questo stato c’è dolore, mal di testa o altro, che compare alla domenica o comunque nei giorni di riposo.
  • Gentian: è il fiore per chi è scoraggiato dopo un fallimento e non vuole più rimettersi in gioco. Gentian è indicato anche in caso di depressioni temporanee dovute ad un lutto o un problema sentimentale.
  • Clematis: è il fiore per chi ha la testa tra le nuvole. Clematis lavora contro il disinteresse per il presente, la tendenza a sognare ad occhi aperti, le fughe nella fantasia ed in mondi irreali. Questo stato può essere anche causato dallo stress.
  • Gorse: è il fiore per chi è depresso e non pensa ci siano più soluzioni per lui. Gorse è utile contro la disperazione totale e la mancanza di speranza.
  • Wild Oat: è il fiore per chi è insoddisfatto della vita e aiuta a trovare la propria strada quando si è a un bivio e si prova grande stress.
  • Agrimony: è il fiore per chi soffre di inquietudine interiore e agitazione sempre interiore. Agrimony maschera tutto con la sua faccia da burlone ma dentro prova una grande angoscia.
  • White Chestnut: è il fiore per chi rimugina continuamente ed è il rimedio più adatto per chi è afflitto da preoccupazioni costanti.
  • Vine: è il fiore per combattere la rabbia, all’ambizione esagerata, al desiderio di dominio e potere. Aiuta quelli che si arrabbiano facilmente per niente e sono sempre teso ed infuriato.
  • Holly: è il fiore per chi si irrita e si indispettisce, vivendo attimi in cui vorrebbe distruggere tutto. Lavora anche sulla rabbia repressa.
  • Impatiens: è il fiore per le persone impazienti.
  • Beech: è il fiore per le persone intolleranti e chi soffre di eccessivo senso critico.
  • Chicory: è il fiore per chi dipende dalla possessività e dalla tendenza a manipolare gli altri per paura di perdere l’oggetto d’amore (figli o partner) Le crisi di stress compaiono ogni volta che il soggetto teme di perdere il controllo sulle persone a cui tiene, con diverse somatizzazioni neurovegetative come tachicardia, disturbi gastroenterici, dispnea, vertigini, ma anche insonnia e incubi.
  • Aspen: è il fiore per l’ansia, allontanando angosce inspiegabili, paure vaghe, panico e presentimenti negativi infondati.
  • Mimulus: è il fiore per le paure certe, combatte la paura quotidiana di cose concrete (incidenti, sfortuna, solitudine, povertà, dolore) che paralizza o fa agire frettolosamente. Lo stress di Mimulus si manifesta quando la persona per timidezza teme un “giudizio”: un esame, un colloquio di lavoro, un appuntamento amoroso, una gara sportiva o anche un’esperienza nuova e soffrono di bassa autostima, tendono a somatizzare “di pancia”. Utile anche per i bambini che diventano ansiosi quando devono partire per un viaggio, dormire al buio, andare dal dentista o affrontare un’interrogazione.
  • Rock Rose: è il fiore per il panico e il terrore. Dona coraggio per affrontare eventi impegnativi. Spesso gli attacchi di panico causano tachicardia, senso di oppressione al petto e alla gola, vertigini, “fiato corto”, tremori.
  • Red Chestnut: è il fiore è utile per coloro che sono in ansia per gli altri o l’ansia da separazione. Red Chestnut è utile anche ai bambini, nella prima fase di ricerca di autonomia che li rende incerti su andare o rimanere.
  • Cherry Plum: è il fiore che tiene a bada la paura di perdere il controllo delle proprie azioni e fare del male a se stessi e agli altri. Prezioso nei casi d’ansia accompagnati da rituali ossessivi, come lavarsi continuamente le mani, sommare i numeri delle targhe automobilistiche e nei tic nervosi.
  • Schlerantus: è il fiore da scegliere quando l’ansia si manifesta ogni volta che la persona deve prendere una decisione, ma è utile anche quando lo stress si manifesta nel climaterio, alla pubertà, o nel post-partum, a causa dello squilibrio ormonale in atto.
  • Heather: è il fiore delle persone che non sopportano la solitudine hanno ‘ansia con sintomi neurovegetativi, come nodo alla gola, tachicardie, extrasistole, dolori vaganti. Qualche volta il meccanismo si ripresenta con crisi d’ansia che si manifestano trovandosi da soli all’esterno (per la strada, in auto, in treno o metropolitana) o in luoghi chiusi e affollati. E’ adatto anche ai bambini che si sentono abbandonati quando vanno all’asilo o quando vengono messi a dormire, e pretendono che la mamma rimanga sempre vicino a loro.
  • Rescue Remedy: è il fiore per l’attacco di panico e come pronto soccorso per tornare lucidi e reattivi.

Come usare i fiori di Bach

I fiori di Bach vengono preparati dall’erborista o dal farmacista in boccette con contagocce da 30 ml. Si assumono 4 gocce sublinguali del rimedio 4 volte al giorno per almeno un mese; gli effetti si iniziano a manifestarsi dopo 3-4 settimane di assunzione. All’interno della boccetta contagocce si possono inserire più fiori per lavorare in maniera sinergica.

Se sei incuriosito dalla Floriterapia scarica la mia guida gratuita sui fiori di Bach per le persone e gli animali e iscriviti subito alla mia newsletter per ricevere ogni mese tanti contenuti aggiornati per stare meglio!

Hai già dato un occhio ai corsi on demand?

Qui trovi i link:

Lascia un commento