La Cristalloterapia funziona veramente?

La Cristalloterapia funziona veramente?

Molti si chiedono se la Cristalloterapia funziona veramente, per questo sono nuovamente a raccontarvi la mia verità dietro questa terapia e a sfatare eventuali miti e bugie.

La cristalloterapia è una disciplina olistica, che affianca quella tradizionale e non la sostituisce in nessun caso.

Mira all’armonizzazione dello stato emotivo, fisico e mentale dell’individuo e quindi al raggiungimento di uno stato di salute, intervenendo sui corpi sottili (da cui scaturisce la guarigione o la malattia) e prendendosi cura in maniera totale dello stato psicofisico e spirituale della persona.

Partiamo come sempre dal principio, dall’energia e dalla fisica quantisitca per capire la cristalloterapia.

Ecco le prove per cui la Cristalloterapia funziona davvero

Grazie alle nuove scoperte della fisica quantistica, stiamo prendendo coscienza che esistono delle realtà che solitamente sfuggono alla nostra percezione quotidiana e sensoriale (almeno quella percepita con i 5 sensi ordinari).

Si tratta di vibrazioni ed energie che regolano la nostra vita, i campi elettromagnetici del nostro corpo e dei corpi ed ogetti che ci stanno attorno.
Non possediamo soltanto un corpo fisico, bensì diversi strati nvisibili agli occhi che circondano il nostro corpo.

I nostri corpi sottili e il corpo fisico interagiscono con il mondo esterno (quella strana sensazione in cui veniamo attratti da qualcuno o qualcosa a pelle o invece in altre situazione ci sentiamo di scappare)

I Cristalli sono legati ai Chakra: cosa sono?

Per capire perché la Cristalloterapia funziona devi assolutamente conoscerli. I chakra sono una sorta di ruota o vortice che creano un ponte tra il corpo fisico e i corpi sottili e fornisce e raccoglie informazioni del mondo esterno, tramite lo scambio di energia.
Sono organi di senso a forma di fiore che, se avvertono qualcosa di sgradevole, si chiudono e forniscono una sensazione negativa riguardo quella persona, comunicandoci che non è compatibile con noi.

I chakra sono una specie di filtro a forma di imbuto che si sviluppano in base alla nostra consapevolezza, ognuno ha una propria funziona e regola la produzione di determinati ormoni (pertanto influenzano anche il nostro carattere e gli stati d’animo).

Poiché sono filtri capita che con il passare del tempo si riempiano di informazioni non armoniche con le nostre “frequenze” e che perdano la loro capacità di filtrare messaggi negativi che finiranno per comprometterne il funzionamento, causando malessere psicofisico negli organi del corpo e nella parte della psiche ad essi associati.

Come funziona la Cristalloterapia?

I cristalli si formano secondo schemi ordinati nella disposizione degli atomi che li compongono (abito cristallino) e possiedono la capacità di assorbire ed emettere energia. Quando vengono a contatto con le vibrazioni del nostro corpo hanno la capacità di fornire la vibrazione corretta che porta a riequilibrare il disturbo.

La cristalloterapia funziona

Possiedono inoltre la capacità di intervenire sui nostri corpi sottili, liberando gli stessi ed i chakra dalle energie negative (dissonanti) che potrebbero aver accumulato, ripristinando l’armonia che presiede ad un buono stato di salute.

Per effetto della legge di risonanza simpatica, il nostro chakra vibra con i minerali e l’energia dei cristalli, ritrovando lo stato psicofisico ottimale.Per questo motivo alcuni cristalli sono più adatti di altri per trattare determinati disturbi, perché possiedono una vibrazione determinata dai minerali che lo compongono, dal suo colore e dal suo abito cristallino (struttura interna).
Anche questo articolo di Cure Naturali ve lo spiega molta bene.

Come sono fatte le prietre, i cristalli, le gemme o i minerali e perché è importante la loro chimica in cristalloterapia?

Per molti non è chiaro è proprio come fa una pietra a influire sul corpo fisico, mentale e spirituale di un individuo. Come si fanno a ottenere effetti benefici.

Ogni pietra è unica e grazie agli elementi che tra poco approfondisco, possiede una propria specifica e fornisce al corpo, la mente e lo spirito delle precise informazioni.
Quando lavorate con una pietra e questa entra in contatto con voi, inevitabilmente vi influenza e lo fa a livello cellulare.

Come nascono le pietre?

Le pietre che incontriamo ogni giorno nascono in base a precisi schemi di formazione. Può formarsi nell’ambiente di formazione primario, secondario o terziario. Non necessariamente una determinata pietra (es: crisoberillo) si forma solo in un tipo di ambiente, può formarsi anche in tutti e tre.

Cosa sono i tre ambienti dove nascono le pietre e perché sono utili in cristalloterapia?

  • Ambiente primario: è conosciuto anche come magmatico perché è qui che si trovano le rocce cristallizzate dal magma. A loro volta si suddividono in vulcaniche (quando si solidificano in prossimità della superficie) e plutoniche (quando si solidificano nella profondità). Le pietre che si sono sviluppate in questo modo sono perfette per promuovere i processi di apprendimento. Favoriscono lo sviluppo di qualità interiori. Tra le pietre nate in ambiente primario troviamo: ossidiana nera, agata, ametista, berillo, blenda, corniola, quarzo citrino.
  • Ambiente secondario: conosciuto anche come sedimentario. Le rocce in questo caso si formano grazie all’accumulo di frammenti di altre rocce, di sostanze chimiche, scheletri, polveri, ceneri e lave. Avviene sulla superficie terrestre oppure sul fondo del mare o dell’oceano. Le pietre secondarie sono perfette per prendere consapevolezza di come le convenzioni vi hanno reso ciò che siete oggi. Vi permette anche di superarle così da poter vedere la vita da altri punti di vista. Tra le pietre nate in ambiente secondario ci sono: agata muschiata, azzurrite, calcedonio ramato.
  • Ambiente terziario: è conosciuto anche come metamorfico. Le caratteristiche di una roccia in pratica vengono alterate per via del cambio di pressione o di temperatura. Ne esistono di quattro tipi. Quelle che nascono per l’esposizione al calore del magma, quelle che si originano dalle alte temperature e pressioni su scala elevata, quelle nate da deformazione meccanica oppure quelle da impatto. Come l’impatto del meteorite sulla terra. In cristalloterapia queste pietre stimolano la riflessione ma anche il cambiamento interiore. Tra le pietre nate in ambiente terziario ci sono: ciaroite, alessandrite, diamante, cianite.

Quali sono le classi di minerali e a cosa servono in cristalloterapia?

In natura esistono sette classi minerali. Vediamo quali sono e quali sono le proprietà cristalloterapeutiche riconducibi alle pietre che rientrano in questa categoria.

  • Elementi naturali: composti da un solo elemento, i quali però sono rarissimi. Sono pochi gli elementi chimici che riescono a esistere allo stato puro e tra questi troviamo il diamante, l’oro e l’argento. Rappresentano la capacità di non farsi influenzare dalle cose esterne.
  • Solfuri: le sostanze che derivano dall’acido solfidrico. E’ un gas prodotto dalla decomposizione. L’antimonite è un solfuro, la pietra blenda e la pirite rientrano in questa classe minerale. Rappresentano in cristalloterapia ciò che è latente e aiutano a far emergere ciò che è stato rimosso.
  • Alogenuri: derivano dagli alogeni i quali allo stato puro sono tossici. Tendono però a reagire facilmente. Se entrano in contatto con i metalli ecco che si hanno pietre trasparenti come il salgemma e la fluorite. Queste pietre sono utili quando c’è bisogno di liberarsi dai legami non desiderati e che opprimono.
  • Ossidi: derivano dall’ossigeno e infatti le pietre che rientrano in questa categoria si possono produrre praticamente ovunque considerando l’abbondanza di ossigeno. E’ il gruppo più ricco di cristalli. Vi rientrano l’ametista, il cristallo di rocca, il citrino, l’ematite etc. Ci aiutano a portare a compimento tutti quanti i nostri processi e progetti.
  • Carbonati: le pietre appartenenti alla classe dei carbonati derivano dall’acido carbonico, prodotto dall’interazione di anidride carbonica e acqua. Un esempio di pietra che rientra in questa categoria è la calcite, l’azzurrite e la malachite. Potete usarli in cristalloterapia per ottenere il supporto di cui avete bisogno durante il vostro periodo di trasformazione e cambiamenti, vi aiutano a lasciar andare.
  • Solfati: i minerali di questa classe derivano dall’acido solforico e sono composti da zolfo, ossigeno e idrogeno. La celestina è la pietra più famosa appartenente a questa classe. Vi aiutano ad aumentare la vostra resistenza soprattutto dalle influenze esterne.
  • Fosfati: questi minerali derivano dall’acido fosforico. Vi rientrano per esempio l’apatite e il turchese ma anche la vanadirite. I fosfati equilibriano e permettono anche di attingere alle riserve di energie per assicurarvi stabilità e armonia.
  • Silicati: Infine c’è la classe dei minerali silicati e derivano dall’acido silicico, conosciuto per essere uno dei più versatili. Si suddivide a sua volta in:
  • Nesosilicati: come la chiastolite e la cianite. Aiutano a essere più resistenti e seguire le aspirazioni.
  • Sorosilicati: come per esempio la prehnite e l’epidoto. aiutano a rigenerarsi dopo per esempio una malattia.
  • Ciclosilicati: come il berillo e la crisocolla per esempio. Aiutano a incanalare meglio i flussi di energia.
  • Inosilicati: come per esempio la kunzite, l’actinolite,. Aiutano sia nei processi di crescita che di guarigione.
  • Tettosilicati: come l’amazzonite per esempio, ma anche il lapislazzuli oppure la sodalite. Assorbono e riflettono la luce. Calmano e aiutano a superare i dispiaceri.
  • Fillosilicati: come l’apofillite e la biotite. Aiutano a proteggersi dalle influenze esterne.

Il Colore è importante in cristalloterapia?

Il colore delle pietre è una delle cose che ci attira di più. E’ un aspetto legato anche alla domanda su come funziona una pietra. I colori infatti sono delle manifestazioni dello spettro elettromagnetico, radiazioni di una certa lunghezza d’onda.

Il colore però ci offre anche un grande stimolo a livello spirituale.
In base al colore della pietra voi ottenete un beneficio piuttosto che un altro, soprattutto perché ad un colore è legato anche un chakta

  • Pietre nere: sono fortemente assorbenti, perciò hanno lo scopo di assorbire le energie in eccesso, quelle che ristagnano. Promuovono il processo di guarigione.
  • Pietre rosse: le pietre rosse stimolano. Portano calore nella vita. Rafforzano i sentimenti e le emozioni.
  • Pietre bianche: sono pietre neutre che portano la luce verso di noi. Potete usarle quando avete degli obiettivi che desiderate raggiungere.
  • Pietre viola: sono pietre perfette per liberarsi dei sentimenti negativi ma anche per purificare, stimolare la creatività e la memoria.
  • Pietre gialle: le pietre gialle vi donano ottimismo. Aiuta a elaborare le informazioni, a restare spontanei e ben consapevoli di ciò che desiderate.
  • Pietre arancioni: sono pietre che rivitalizzano ed equilibrano le energie. Vi aiuta a restare allegri e spontanei. Vi rende più realisti e calmi.
  • Pietre rosa: sono pietre che rappresentano l’amore tenero, il femminile. Potete usarle per liberare la mente dai pensieri negativi.
  • Pietre grigie: questo colore è considerato un importante simbolo della saggezza ma anche della prudenza.
  • Pietre verdi: le pietre verdi armonizzano e rigenerano. Aiuta a liberare i sentimenti, specialmente la rabbia trattenuta. Queste pietre sono utili per aumentare la forza di volontà ed essere meno pessimisti.
  • Pietre blu: le pietre blu e azzurre calmano e tranquillizzano. Promuovono l’istinto e aiutano a scacciare la paura.
  • Pietre trasparenti: vale lo stesso discorso delle pietre bianche, si tratta di cristalli neutri che non assorbono ma piuttosto veicolano l’energia. Sono perfette da usare con altri cristalli.
  • Pietre marroni: lavorano sui chakra terreni, questo colore è infatti associato alla terra. Sono perfette per lavorare su tutti i problemi terreni.

La struttura dei Cristalli è importante in cristalloterapia?

Esistono sette strutture cristalline soltanto e sono le uniche che permettono di riempire in modo uniforme tutta la superficie e lo spazio senza lasciare punti vuoti.
Con la struttura cristallina infatti viene riempito tutto lo spazio interno.

  • Sistema cubico: le pietre più note sono la fluorite e il diamante. La struttura interna è a basata sulla forma quadrata. Indica l’amore per l’ordine, per il controllo delle cose e per le regole da seguire.
  • Sistema esagonale: la struttura interna è a sei facce. Rientrano in questa categoria la morganite, lo smeraldo, l’acquamarina. Sono pietre perfette per gli individui dal pensiero analitico, che non si lasciano mai scoraggiare davanti a nessuna difficoltà.
  • Sistema trigonale: la struttura interna è a tre facce. Rientrano nella categoria l’ametista, il cristallo di rocca, la tormalina. Sono pietre perfette per le persone dall’animo tranquillo che cercano di non entrare mai in disputa con gli altri.
  • Sistema tetragonale: sono tutti i cristalli che hanno una struttura interna rettangolare. Vi rientra per esempio lo zircone e l’apofillite. E’ l’amore per le novità, per le cose belle della vita. Sono pietre perfette per le persone che odiano la routine e la monotonia e cercano sempre nuove esperienze che permettono di farli crescere.
  • Sistema rombico: la struttura interna è a rombo. Tra le pietre più famose troviamo il topazio e il peridoto. Queste pietre si allineano con il pensiero lineare di molti individui, che tendono a vedere la vita come una linea dritta dove gli ostacoli devono essere in minor numero possibile.
  • Sistema monoclino: la struttura interna è quella di un parallelogramma. Come per esempio la malachite, la pietra di luna, la giada e la kunzite. Per chi non ama assolutamente fare programmi a lungo termine e preferisce infatti vivere la giornata giorno dopo giorno.
  • Sistema triclino: la struttura interna di base è trapezoidale. Come l’amazzonite, la labradorite, il turchese e la pietra del sole. Queste pietre sono perfette compagne di vita per quelle persone che amano vivere ogni giornata con la massima spontaneità.
  • Sistema amorfo: esiste questa ottava categoria. E’ l’eccezione alla regola perché esistono minerali che non possiedono una struttura cristallina. Vi rientrano per esempio ambra e opale. Sono pietre che ben si sposano con gli stili di vita versatili, sempre felici di affrontare le novità con la massima spontaneità.

Dopo tutta questa fisica, chimica e biologia arriviamo al punto importante dell’aritcolo, cioè quando affidarsi alla cristalloterapia e quando invece non è utile.

Quando la Cristalloterapia funziona?

  • Quando abbiamo bisogno di un trattamento che ci riequilbri a livello PNEI
  • Quando la cristalloterapia è un supporto ad un momento difficile, sia fisico che emotivo.
  • Quando si usa per aiutare e coadivure altre terapie o altro specialisti
  • Quando non si sostituisce alla medicina tradizionale in caso di disturbi: esempio l’ematite aiuta in caso di carenza di ferro, essendo un ossido del ferro, ma non è che portandola vi guarisce dall’anemia, ma in aggiunta ad una terapia di integrazione del ferro vi aiuta a guarire prima.
  • Quando ci impegnamo ad intraprendere un percorso che insieme ad altre terapie alternative ci porti al nostro equilibrio.
  • Quando impariamo a conoscere le pietre e le usiamo come supporto per la vita di tutti i giorni.

Quando non affidarci alla cristalloterapia?

  • Quando pensiamo che i cristalli da soli possano cancellare tutti i mali e sostituire tutte le medicine e tutti i professionisti
  • Quando il cristalloterapeuta vi garantisce di guarirvi da tutti i mali
  • Quando pensate che i cristalli siano come una pillola che toglie i sintomi.
  • Quando non si prende sul serio il percorso, che necessità diversi incontri e diversi trattamenti.

Quindi si, la Cristalloterapia funziona e fa bene a tutti. Perché non provarla? Se hai dubbi o domande mandami un messaggio o lascia un commento. Sarò sempre felice di risponderti!

Se sei incuriosito dalla Cristalloterapia e vuoi saperne di più consulta subito la mia pagina di benessere umano e  benessere animale e iscriviti subito alla mia newsletter per ricevere ogni mese tanti contenuti aggiornati per stare meglio!

Ricordati anche che esistono dei corsi online e in presenza per approfondire i chakra e i cristalli, quindi visita subito la sezione corsi del mio sito per avere maggiori informazioni sui vari corsi che possiamo fare insieme.

Lascia un commento